Il benessere
inizia da
dentro

e non è un luogo comune...

Una alimentazione semplicemente
sana e bilanciata

costruisce e rafforza il fisico,
la salute e le nostre capacità psichiche

Ama il tuo
intestino

con un gesto semplice
come bere acqua

Ultime News

    • 04 GEN 17
    • 0
    Malattie infiammatorie intestinali ed attività della superossido-dismutasi

    Malattie infiammatorie intestinali ed attività della superossido-dismutasi

    La correlazione fra minerali ed elementi in tracce e malattie infiammatorie intestinali è complessa. Le alterazioni nel loro metabolismo possono essere indotte dalla malattia e dalle sue complicazioni. E’ stato studiato il livello sierico di zinco e rame e degli enzimi correlati, compresa la superossido-dismutasi (SOD) in 35 pazienti con malattie infiammatorie intestinali e 30

    • 04 GEN 17
    • 0
    Malattie infiammatorie intestinali, obesità e trombosi

    Malattie infiammatorie intestinali, obesità e trombosi

    Obesità e malattie infiammatorie intestinali sono disturbi infiammatori sistemici che predispongono a trombosi arteriose e venose mediante meccanismi protrombotici simili. Entrambe queste patologie sono fattori di rischio cronici che portano ad un rischio di trombosi persistentemente elevato, per quanto il rischio trombotico nelle malattie infiammatorie intestinali sembra tendere a svanire con la gravità della malattia.

    • 14 DIC 16
    • 0
    Stress soggettivo fattore di rischio di ulcera peptica

    Stress soggettivo fattore di rischio di ulcera peptica

    L’associazione fra stress ed ulcera peptica è stata messa in dubbio sin dalla scoperta dell’H. pylori. Un recente studio si è proposto di accertare se un elevato livello di stress quotidiano soggettivo sia o meno associato ad un incremento del rischio di ricevere un triplice trattamento o una diagnosi diretta di ulcera peptica. Su un

    • 14 DIC 16
    • 0
    Obesità, ipertensione e diabete. Se assenti a 45 anni, pochi rischi per il cuore da anziani

    Obesità, ipertensione e diabete. Se assenti a 45 anni, pochi rischi per il cuore da anziani

    Le persone che raggiungono la mezza età senza sviluppare ipertensione, diabete o obesità potrebbero avere un minor rischio di insufficienza cardiaca nel corso della vita. A suggerirlo è un recente studio statunitense. Comparati alle persone con tutti e tre i fattori di rischio, gli adulti che non ne avevano nessuno all’età di 45 anni, presentavano